Bittegerne incontra Krautkopf: ricette vegetariane a Berlino

In un piovoso giorno berlinese qualunque ti può capitare di avere molta fame. Il primo freddo non perdona, il cielo è grigio (con più di cinquanta sfumature che ci tiene a mostrarti tutte) e magari siedi al computer annoiata, con poca energia, com´è capitato a me.
Contro l´avvilimento però un´idea mi conquista: no, non cerco online immagini di paradisi caraibici… io faccio di meglio! Cerco ricette di dolci.
Ovvio che non è stata un’idea intelligente! Al secondo blog di cucina, stavo già svenendo dalla fame ed è facile capire il perché: sono incappata nel meraviglioso blog di Susan und Yannic, gli autori di Krautkopf.

I due ragazzi abitano a Berlino, sono fotografi e hanno una grande passione per la cucina che traspare chiaramente dalla cura e dallo stile con cui immortalano le loro ricette vegetariane, organizzate per periodo dell´anno. Offrono varianti vegane, senza glutine e senza lattosio e un calendario stagionale in cui controllare quali sono le verdure di stagione.
Le ambientazioni sono da sogno e ogni ricetta è una piccola storia d´amore, in cui la cura dei particolari riflette il piacere per il buon cibo.

Ho scritto a Susan e Yannic per scegliere una ricetta da tradurre su bittegerne. Mi hanno risposto entusiasti, cosí ho scelto una ricetta base: la preparazione del latte di mandorla.

Ingredienti per un litro:

150-200 gr di mandorle preferibilmente bio
acqua per ammorbidire
1 litro d´acqua
1 bacello di vaniglia

Procedimento:

tostare leggermente le mandorle in una pentola, finché non iniziano a profumare. Spegnere il fuoco, coprire con l´acqua e lasciarle riposare più ore (meglio una notte intera). Una volta ammorbidite possono venire direttamente sminuzzate con il mixer o liberate dalla pelle. Nel secondo caso il latte sarà più bianco. Mettere le Mandorle con un bastoncino di vaniglia in un litro di acqua fresca con un pizzico di sale marino o di succo d´agave.
Dopo aver passato al mixer le mandorle e aver ottenuto una consistenza simile al latte, lasciare riposare alcuni minuti, così che le mandorle possano rilasciare tutto il loro profumo. Prima di consumarlo filtrare il latte possibilmente con un telo di lino. I resti delle mandorle possono essere riutilizzati, dopo averli lasciati seccare, come farina per dolci. Il latte di mandorla può essere usato come alternativa al latte nei dolci e se non lo usate subito potete aggiungere vaniglia grattuggiata per rafforzarne l´aroma.
Il latte è conservabile 3-5 giorni in frigorifero.

Tutte le immagini sono prese dal sito di Krautkopf, che è anche un libro ordinabile qui.

0 Comments

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Follow Me